Museo polifunzionale in legno Xlam (EQZE)


EcoMuseo del Castagno dell'Etna

Code
380
Years
2013|oggi
Status
In progress
Year
2014
Client
Pubblico
Location
Milo Fornazzo (CT)

Project by:
Arch. Fabrizio Russo

Team work:
Arch. Ettore Mangione
Ing. Andrea Pulvirenti
Arch. Mirko Garufi
Arch. Giuseppe Messina
Ing. Jonathan Gorgone

Collaborators:
Arch. Giulia Schippa
Ing. Laura Nigro
Arch. Egle Guzzardi
Endika Munárriz
Jessica Perez-Oliden

Direzione Lavori:
Ing. Lorenzo Motta
Arch. Gaetano Tosto

La sostenibilità è il principio generatore del progetto dell’EcoMuseo, un museo polifunzionale realizzato in legno XLam secondo i criteri di progettazione degli edifici a energia quasi zero. Tale principio ha guidato l’analisi delle peculiarità e delle caratteristiche intrinseche del luogo naturale ed antropizzato, cercando di estrapolarne criticità e punti di forza, che ha portato all’idea progettuale: la valorizzazione e l’utilizzazione del Castagno Pregiato dell’Etna, prodotto e trasformato artigianalmente in loco.
L’Ecomuseo, vuole rappresentare la “PORTA EST DELL’ETNA”, assume un’importanza strategica sovracomunale in grado di attrarre i flussi turistici provenienti dal limitrofo “Castagno dei Cento Cavalli” (Patrimonio UNESCO) e diretti sull’Etna.
Il progetto prevede oltre che la riqualificazione della piazza e la realizzazione di un parco urbano, la nascita dell’edificio polifunzionale dell’Ecomuseo che rappresenti sia un polo museale che un luogo a servizio degli artigiani locali. Sulla copertura dell’edificio è previsto un impianto fotovoltaico completamente integrato con un sistema di batterie che consentono all’edificio di godere di una parziale autonomia energetica per alcune funzioni.
Per il progetto è stata curata la strategia finanziaria che ha consentito all’intervento di essere finanziato con fondi PoFesr 2007-2013.

 

1-EcoMuseoCastagno-StudioFRA

 

2-EcoMuseoCastagno-StudioFRA


Scroll Up